Storia di ePadova

Riferimenti
Caratteri

Ecco la storia di ePadova, dalla nascita nel 2004 alle terasformazioni successive, fino all'ultimo aggiornamento importante, alla fine del 2015.

 

L'idea di creare un sito dedicato alla mia città, Padova, mi è venuta nel lontano 2004: io lavoravo già da tempo nel mondo dell'Information Technology, e a tempo perso mi piaceva sviluppare per il web.

In quel periodo avevo ampliato il mio sito personale con una sezione molto ricca dedicata ai dispositivi mobili con con Sistema Operativo Windows CE e derivati (che qualche tempo più tardi si trasformò nel sito pcpalmari.com, poi dismesso). Al tempo non si parlava ancora di smartphone, Samsung era considerato un produttore di elettronica low-cost e Apple non aveva ancora immesso sul mercato il primo iPhone.

I dispositivi mobili più diffusi erano i palmari, ed io proprio in quell'anno ero riuscito ad avere un HP iPaq aziendale, dove avevo iniziato a leggere i primi ebook e a installare i primi software dedicati (pochi e non tutti fatti come si deve), che ancora non si chiamavano app.

Comunque sia, ho deciso di sviluppare un sito dedicato a Padova, che fosse ottimizzato per la visione da palmare o PDA. Non certo un business: i palmari in giro erano pochi, con i telefonini si navigava per lo più in modalità wap (solo qualcuno però, i più tecnologicamente avanti!) e le connessioni via bluetooth erano lente e faticose.

 

Pocket Padova

Il primo sito, battezzato Pocket Padova, era composto da una ventina di pagine in tutto, sviluppate in HTML statico, con i fogli di stile integrati (e ripetuti) nelle pagine: il layout era semplice e sopratutto leggerissimo, in un periodo in cui ancora si calcolavano i Kb complessivi delle pagine, visto che le connessioni più diffuse erano i modem analogici a 33 Kb/s.

Nonostante questo, nei mesi successivi il sito ha riscosso un notevole successo, sia in termini di visite, fatte però per lo più da pc :-( che in termini di riscontri oggettivi: nell'agosto 2006 il sito è finito in prima pagina su un quotidiano open-press locale, IlPadova, che ha anche dedicato un bell'articolo al progetto.

 

Articolo de Il Padova dell'agosto 2006

Prima pagina e articolo del quotidiano free-press Il Padova del 21 Agosto 2006

 

In seguito alla pubblicazione dell'articolo ho ricevuto moltissime proposte di collaborazione, sia da semplici lettori che avrebbero voluto contribuire, che da qualche azienda operante come Internet Service Provider e nello sviluppo web.

Io però non ero molto soddisfatto: pur avendo integrato i contenuti iniziali e ritoccato più volte la veste grafica, avevo capito che in quel periodo un sito ottimizzato solo per la navigazione mobile avrebbe attirato troppi pochi lettori.

Così ho deciso di cambiare radicalmente l'impostazione del progetto, trasformando Pocket Padova in un sito tradizionale - che comunque aveva una versione mobile ottimizzata - al tempo ospitato sul mio sito personale.

 

La nascita di ePadova

Nel corso del 1997 arriva una nuova svolta: decido di comprare un dominio dedicato per il sito, scegliendo il nome ePadova, mi affido a un provider nazionale dalle ottime referenze come ServerPlan, e inizio a studiare il funzionamento di Joomla, allora alla sua prima versione dopo la scissione da Mambo.

Nel giro di qualche mese, quelle che in origine erano delle piccole pagine HTML dal design minimale erano diventate un sito dinamico realizzato in Joomla, che l'anno successivo ho poi migrato all'allora nuovissima versione 1.5 di Joomla.

Questa versione del sito, comunque sviluppata e modificata molte volte nel tempo, è resistita online fino al 2015 (parecchio tempo dopo la scadenza del supporto ufficiale della comunità di sviluppatori), ed è finalmente stata abbandonata dopo ben sette anni di onorato servizio.

Al momento della sua dismissione, la seconda versione di ePadova raccoglieva più di 300 articoli originali e oltre 1000 foto, e aveva raggiunto nel tempo il numero (non impressionante, ma neanche trascurabile per un sito di queste dimensioni) di 2 milioni di pagine visualizzate.

 Seconda versione di ePadova

Terza versione di ePadova

 

Il nuovo sito

La nuova versione, quella che stai vedendo ora (in codice ePadova versione 4), ha richiesto diversi mesi di lavoro intenso, da Maggio a Novembre. Il motore del sito è sempre Joomla, arrivato ora alla versione 3.4.x.

Il layout è completamente responsivo, in grado cioè di adattasi dinamicamente alla dimensione dello schermo dei lettori: smartphone, tablet, portatile o pc.

Anche il logo è cambiato: ho pensionato il vecchio Cavallo ligneo (copia digitale di quello presente nel Salone del Palazzo della Ragione, a sua volta copia lignea di quello scolpito in bronzo da Donatello per il Gattamelata, posto di fronte alla Basilica del Santo) e introdotto un nuovo simbolo, la e frecciata.

La "e" iniziale, utilizzata spesso come rappresentazione del mondo digitale finisce con una freccia che indica la direzione per Padova. Lo slogan "Il tuo viaggio a Padova" rafforza il concetto, indicando anche il diverso approccio utilizzato nella scrittura dei contenuti: mi sono stancato dei testi impersonali, scritti quando il riferimento ideale era quello del "Portale Web", e ho deciso di darti del "tu", chiedendoti di intervenire attivamente con commenti e considerazioni.

Spero che questo approccio ti piaccia.

Ho aggiornato o riscritto tutti i contenuti, e questa è stata certamente la parte di lavoro più impegnativa, ma sono finalmente contento del risultato. Per "vedere la luce" e riuscire a completare questo sito in tempi accettabili ho deciso di posticipare la realizzazione di molte idee, a cui però ho già ripreso a lavorare: nei prossimi mesi ePadova si arricchirà di molte nuove categorie e di moltissimi articoli inediti e di nuove funzionalità.

 

ePadova

Quarta versione di ePadova

 

Per concludere

Molti degli articoli riscritti terminano con un capitolo chiamato "Per concludere". E' lo spazio dove in genere riassumo le mie valutazioni e i miei suggerimenti, e ho voluto inserirlo anche qui.

Cos'è oggi questo sito? Non è più un portale web, ammesso che lo sia mai stato, e certamente è qualcosa più di un blog, fosse anche solo per la sua complessità tecnica.

Non ho una definizione precisa da proporre, ma spero che, con la sua impostazione un po' particolare, ti piaccia e sopratutto ti sia utile nell'organizzare il tuo viaggio a Padova.

Questo sito è frutto esclusivamente del mio lavoro, come webmaster, SEO e copywriter: ho installato e manutengo Joomla, ho realizzato l'impostazione tecnica e la grafica, ho scattato molte delle foto, e ho scritto tutti i contenuti.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, che ne dici di consigliarlo con un +1? A te non costa nulla, per me è una soddifazione e un grande attestato di stima.

E tu, quando hai conosciuto ePadova? Cosa ti piace, e sopratutto cosa non ti piace del sito? Fammelo sapere nei commenti!

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Segui ePadova
Segui i profili social di ePadova per restare aggiornato sulle novità più interessanti:
 
Grandottori Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi subito contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003.
Leggi la Privacy Policy.
Ti potrebbero interessare

Booking.com

PadovaCard

Se il sito ti piace, consiglialo utilizzando il tasto +1: a te non costa nulla, ma per me è una grande soddifazione!
 
                           
 

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.