Un giorno a Padova

Itinerari turistici
Caratteri

Ecco un itinerario ottimizzato e testato sul campo per visitare in un solo giorno il centro di Padova, i monumenti principali e i luoghi più interessanti.

 

Ecco un itinerario ottimizzato per visitare Padova in un solo giorno. Un giorno in effetti è poco per visitare una città che, come Padova, ha veramente molto da offrire. L'itinerario però permette di vedere i monumenti e i posti di maggior interesse e di familiarizzare con la città.

In questo modo sarà più facile tornare per eventuali visite di approfondimento.

L'itinerario è piuttosto compresso, ma è stato testato sul campo! E' stato provato, verificato e ottimizzato. C'è da camminare, ma è assolutamente fattibile.

Ho immaginato una giornata in cui è possibile spostarsi in città anche a piedi. Se puoi, scegli un giorno infrasettimanale (a partire dal martedì), oppure il sabato: di lunedì molte attrazioni sono chiuse, mentre la maggior parte dei ristoranti più interessanti sono chiusi la domenica.

Se l'itinerario ti piace, ritwittalo direttamente da questa pagina. E, beh, se non segui ancora ePadova su Twitter, questo potrebbe essere il momento buono per iniziare!

 

 

Padova in un giorno: prima di partire

Per sfruttare la giornata al meglio è necessario organizzarsi un po' in anticipo: una delle cose assolutamente da non mancare è la visita della Cappella degli Scrovegni, che deve essere prenotata qualche giorno prima.

Per ridurre i costi complessivi, ti consiglio di acquistare la PadovaCard, che permette l'utilizzo dei mezzi pubblici (tram e bus), e l'ingresso a molti dei musei e dei monumenti più interessanti senza sovraprezzo, in primis alla Cappella degli Scrovegni. Contestualmente all'acquisto, è necessario prenotare la visita alla Cappella degli Scrovegni, indicando l'orario d'ingresso. Ricordati di essere puntuale, per non perdere la prenotazione e i soldi spesi.

Accedi a questa pagina, nel sito ufficiale degli Scrovegni, seleziona il giorno e il numero di biglietti da acquistare e verifica la disponibilità. Scegli quindi l'orario della visita: per preparare questo itinerarioio ho pianificato la visita la mattina alle 10.30.

Seleziona i serivizi da acquistare e le quantità (Biglietto d'ingresso o PadovaCard e prenotazione), compila i dati anagrafici e procedi al pagamento con carta di credito. Il sistema presenterà una ricevuta da stampare, che dovrà essere presentata per il ritiro della PadovaCard.

Ti consiglio di prenotare almeno il giorno prima anche il ristorante per il pranzo. Quelli scelti da me per l'itinerario offrono cucina tipica veneta e un buon rapporto qualità/prezzo, ma sono in genere piuttosto frequentati e non troppo capienti. Ho comunque inserito anche qualche alternativa per mangiare in modo rapido e meno impegnativo, e naturalmente resta sempre valida l'opzione pranzo al sacco.

Se invece ti piace "andare a caso" fai attenzione che Padova è purtroppo piena di ristoranti acchiappa-turisti, dove si paga parecchio e non si mangia granchè bene...

 

L'ebook Un giorno a Padova

Da oggi l'itinerario è disponibile come guida in formato ebook. E' possibile acquistare l'ebook in formato ePUB direttamente da questa pagina attraverso il servizio StreetLib, cliccando sul tasto Acquista che potete trovare dopo la copertina del libro, al prezzo promozionale di €2,99 (pagamento con carta di credito o Paypal).

 Un giorno a Padova

 

 

In alternativa la guida è disponibile sui principali ebook store, nei formati Amazon Kindle o ePUB (utilizzabili su tutti i più diffusi dispositivi elettronici):

 

Introduzione alla guida

Amo viaggiare - lo faccio spesso, anche per lavoro - e ho l'abitudine ormai radicata di prepararmi in anticipo, raccogliendo informazioni e indicazioni sui posti che visiterò, per sfruttare al meglio il mio tempo e godere al massimo delle esperienze di viaggio. Per farlo, cerco normalmente informazioni in rete e acquisto spesso delle guide specializzate.

Per questo motivo, ho prima deciso di pubblicare un sito e poi anche di scrivere una guida dedicati alla mia città. Sono innamorato da sempre di Padova, la conosco intimamente e penso di poter offrire ottimi suggerimenti per visitarla. Ho costruito questa guida intorno a un itinerario che permette di visitare le attrazioni più interessanti della città (per lo meno quelle che si possono vedere in una sola giornata), arricchendolo con mappe semplici da seguire, consigli pratici e suggerimenti utili. Il percorso è frutto di anni di esperienze, scoperte, prove e passeggiate.

E' un percorso che ho seguito molte vole, a piedi, in bici, con la mia mitica Vespa 50 Special blu da ragazzo, e in parte anche in macchina, dove era possibile e qualche volta anche dove non lo era. Da solo, con gli amici e con i colleghi che volevano conoscere la città, con la mia compagna e più di recente anche con mio figlio. E lo aprezzo sempre. Adoro passeggiare nel Liston e in Prato della Valle, perdermi ammirando le opere di Giotto e Mantegna, ma anche visitare i mercatini, curiosare nei negozietti del Ghetto, fermarmi a bere un aperitivo nelle piazze o cenare in un ristorante tipico.

Non sono un ex studente  che ha vissuto per un po' al Portello o uno scrittore di viaggio che ha passato 5 giorni a Padova per raccogliere le maggiori informazioni possibili. Sono cresciuto a Padova e ho vissuto profondamente la città. La esploro da quand'ero un ragazzo, la frequento, la vivo, la studio anche. Mangio i piatti della cucina veneta da 40 anni - sono cresciuto a bigoli, pasta e fasoi, risi e bisi, uova e asparagi - e bevo spritz e vino veneto da più di 20.

Ho giocato a calcio in Piazza Duomo e nei Giardini dell'Arena, ho ascoltato concerti live al Banale e al Papessa, ho mangiato i panini di Badole e gli hamburger del Masters, ho cenato da Cavalca e bevuto birra d'importazione al Lucifer Young. Andavo a ballare a Les Palais e al Wag, giocavo a stecca al Rex e mi imboscavo al Tranquillino; andavo al Cinema all'Arcobaleno (ne hanno fatto una sala Bingo; Il dio del cinema un giorno li punirà), tifavo per David Campese, fuoriclasse del Petrarca rugby di Munari, per Nanu Galderisi, bandiera del Calcio Padova e per Giovane, schiacciatore del Petrarca Volley griffato El Charro.

A chi non é padovano questi nomi potranno dire poco (ma se volete saperne di più li potete trovare sulle pagine di ePadova); significano però che sono stato testimone diretto delle trasformazioni che la città ha subito negli ultimi 25 anni, dei locali storici che sono spariti e di quelli nuovi che sono sorti. E mi piace poterli raccontare.

Amo Padova, sono orgoglioso della città, della sua storia e della sue bellezze e per questo, prima di tutto, ho deciso di impegnare molto tempo libero per promuoverla. Realizzare questa guida ha comportato un lungo lavoro di scrittura, correzione, ottimizzazione e aggiornamento. Non è gratuita, ma al prezzo di un'ora di parcheggio in centro può consentirti di sfruttare al meglio il tuo tempo, ottimizzando la visita della città e godendo delle cose migliori che ha da offrire, permettendoti - spero - di apprezzare di più la tua permanenza a Padova.

 

Grandottori Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!


I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Un giorno a Padova

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Newsletter

Grandottori

Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi subito contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003.
Leggi la Privacy Policy.

Prenota ora

Segui i profili social di ePadova per restare aggiornato sulle novità più interessanti:
 

PadovaCard

×

ebook 1g padova 360x360

Un giorno a Padova è una guida in formato ebook, ideale per organizzare una visita di un giorno a Padova.

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.