Pizzeria Rossopomodoro, pizza napoletana verace

Ristoranti a Padova
Caratteri

Rossopomodoro è sinonimo di sapori e profumi campani, e sopratutto della tradizionale pizza verace, fatta "comm'a Napule".

 

La pizzeria Rossopomodoro in Via Santa Lucia a Padova è parte di una catena che da qualche anno sta riscuotendo ottimo successo in Italia e all'estero.

La pizza napoletana è uno dei simboli principali della cucina italiana nel mondo. Il suo più grande limite è che è generalmente possibile trovarla solo nella zona di Napoli o quanto meno in Campania (no, non basta che il pizzaiolo sia napoletano).

Il marchio Rossopomodoro nasce proprio per rispondere a questa richiesta: il primo ristorante apre nel 1997 a Napoli, in Corso Vittorio Emanuele, da un'idea di tre giovani napoletani (Franco Manna, Roberto Imperatrice e Giuseppe Montella) che intendono esportare l'atmosfera napoletana e la pizza verace - vero e proprio orgoglio locale - fuori dai confini campani.

Il logo del locale è semplice quanto riuscito e di immediata lettura: un pomodoro San Marzano rosso e un sole dorato, che evocano immediatamente il Mediterraneo e la Campania.

 

Interno del Rossopomodoro di Padova

Rossopomodoro Padova: interno del locale

 

La ricetta del locale è semplice quanto funzionale: un marchio riuscito, ambienti casual e alla moda e una proposta gastronomica di ottima qualità legata alle tradizioni partenopee. Rossopomodoro utilizza solo prodotti campani selezionati, le farine Caputo, i pelati dell'Agro Nocerino Sarnese di Strianese, l'olio Extra Vergine di olive Gargiulo di Sorrento, la Mozzarella di bufala Campana DOP Bellopede & Golino di Caserta.

Persino l'acqua è controllata, e se i valori di riferimento (salinità, calcare) non sono rispettati viene importata dalla fonte campana Cannavante. Molti dei prodotti utilizzati sono presidi Slow Food.

In breve il progetto ha successo: nel 1999 viene aperto a Parma il primo ristorante "fuori regione" in collaborazione con un napoletano celebre che in quegli anni si trova proprio a Parma per lavoro (Fabio Cannavaro). Seguono poi aperture a Roma e Milano, e in pochi anni la catena cresce, arrivando a disporre di 47 ristoranti nel 2006, per poi superare i 100 nel 2011 ed espandersi anche all'estero, con locali a Reykjavik, Copenaghen, Buenos Aires, Londra e New York.

Il marchio Rossopomodoro oggi è di proprietà del Gruppo Sebeto Spa, controllato dal fondo britannico Change Capital, ed ha un fatturato medio annuo che supera i 100 milioni di euro. Circa il 70% dei locali sono in franchising, e sono sottoposti a contratti vincolanti molto severi sull'utilizzo dei prodotti da impiegare.

 

Rossopomodoro: la Verace

Rossopomodoro Padova: la pizza Verace

 

Rossopomodoro a Padova si trova in via Santa Lucia, una posizione molto centrale vicino alle piazze. Il locale è moderno e accogliente. Pavimenti e tavoli sono in legno, mentre nelle pareti dominano i colori rosso e oro del marchio.

Nella sala principale spicca il grande "Forno d’Oro" un forno a legna dalla forma caratteristica realizzato su progetto di Riccardo D’Alisi.

Alle pareti sono esposti quadri dell'artista napoletano Manuel di Chiara, che rappresentano Napoli in chiave moderna e originale, e che sono diventati presto uno dei simboli del locale.

Un angolo del locale ospita "A Puteca" (letteralmente "la bottega"), dove vengono messi in vendita i prodotti utilizzati in cucina, come olio, pelati, pasta di Gragnano, confetture e vini campani.

I tavoli sono allestiti in maniera minimale, con tovagliette di carta e tovaglioli di stoffa grezza, mentre il pane viene servito in sacchetti di carta da pane color avana.

Il menu propone una buona varietà di ricette della tradizione culinaria partenopea come la bruschetta pomodoro, basilico e aglio, la Tiella, un misto di fritture napoletane (panzerotti, arancini, zeppoline) o la Montanara, una classica pizzella fritta con salsa di pomodoro, ricotta di bufala, pecorino, basilico e pepe, una buona scelta di primi realizzati con pasta di Gragnano, come gli Spaghetti con pomodorini freschi, olio extra vergine di oliva salentino e basilico, i Paccheri e sopratutto gli Scialatielli, mantecati con peperoncini verdi, cipolla di Tropea, pomodori, scaglie di ricotta e pesto di basilico.

 

Un piatto di scialatielli

Rossopomodoro Padova: Scialatielli

 

Punto di forza del locale è però la pizza napoletana, spessa e soffice, cotta in forno a legna e declinata in poche ma consolidate ricette (Marinara, Margherita, Napoletana, Verace, Calzone e poche altre variazioni). In particolare, consiglio la "Verace", una semplice Margherita Extra (fatta cioè con mozzarella di bufala campana DOP) con pomodoro, basilico e olio extra vergine d'oliva DOP a crudo. Molto interessanti anche le pizze fritte.

Completano l'offerta alcuni secondi alla brace, una bella scelta di insalatone assortite, una discreta selezione di dolci più o meno tradizionali, tra cui la Delizia al limone e il classico Baba napoletano e gli immancabili liquori infusi come Limoncello, Liquirizia e Nocino.

 

Rossopomodoro: per concludere

Quando un locale cresce e diventa una catena, come nel caso di Rossopomodoro, perde velocemente le simpatie dei puristi, che separano in maniera netta la ristorazione di massa da quella di qualità. Nel caso di Rossopomodoro invece, la qualità media rimane elevata e abbastanza costante nei diversi ristoranti (un secondo ristorante poco distante da Padova si trova Vicenza, all'interno del Centro Commerciale Le Piramidi).

Nonostante le proposte siano varie, e alcuni piatti siano decisamente riusciti e sfiziosi, come gli Scialatielli o la frittura tipica, il punto forte del locale è la pizza napoletana tradizionale.

L'ambiente è piacevole e colorato, il servizio informale e i prezzi non esagerati. La lista di vini è molto ricca, ma ristretta a etichette campane, mentre ho sempre trovato deludente la scelta di birre limitata a Nastro Azzurro e Peroni.

Se questo articolo ti è piaciuto, che ne dici di consigliarlo con un semplice +1? A te non costa nulla, per me è una grande soddifazione, ed è un attestato di stima per questo sito!

Hai provato il Rossopomodoro? Qual'è stato il tuo piatto preferito? Il mio è senza dubbio la Pizza Verace, semplice ma deliziosa e profumata. E il tuo? Fammelo sapere nei commenti! E, se sei interessato ad altri riferimenti, scopri dove mangiare a Padova nella sezione dedicata di questo sito, dove puoi trovare una selezione dei migliori ristoranti a Padova.

 La Montanara

Rossopomodoro Padova: Montanara, la pizzella fritta

 

Rossopomodoro: riferimenti

La pizzeria Rossopomodoro si trova in centro a Padova, nella zona pedonale. Non è possibile arrivare con l'auto davanti al locale, ma il parcheggio di Piazza Insurrezione, raggiungibile attraversando Via Breda, dista poche decine di metri.

 

Pizzeria Rossopomodoro
Indirizzo: Via Santa Lucia 68, Padova
Telefono: +39 049 8751645
Web: www.rossopomodoro.it
Specialità: Le pizza verace, spessa e soffice, pizza fritta.
Orari: Aperto tutti i giorni.

 

Grandottori Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!


I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Scarica subito!

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Newsletter

Grandottori

Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi subito contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003.
Leggi la Privacy Policy.

Prenota ora

Segui i profili social di ePadova per restare aggiornato sulle novità più interessanti:
 

PadovaCard

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.