Monselice, Castello Cini e il Colle della Rocca

Città murate
Caratteri

Monselice è una cittadina situata alle pendici sud-orientali dei Colli Euganei, costruita intorno al Colle della Rocca, dove spiccano il monumentale Castello Cini e l'imponente Mastio Federiciano.

 

Monselice è una cittadina situata a sud di Padova, alle pendici sud-orientali dei Colli Euganei, esempio di fortezza militare perfettamente integrata nell territorio circostante. Oggi la città mostra solo alcuni resti delle fortificazioni, che furono progressivamente eliminate nel corso dell'Ottocento.

La leggenda vuole che Monselice sia stata fondata da Ossicella, in fuga da Troia distrutta dagli Achei, assieme ad Antenore, che avrebbe invece fondato Padova. Il nome deriva dal latino "Mons Silicis", che indicava probabilmente il colle attorno al quale è stato sviluppato il centro, da cui si estraeva la selce.

La struttura urbanistica medievale della città si mescola con elementi rinascimentali, a testimonianza di uno sviluppo ininterrotto, proseguito fino all'inizio della dominazione veneziana (1405), quando la città perse progressivamente il suo ruolo difensivo, acquistando fascino ed eleganza nobiliare con la realizzazione di numerose ville venete.

In passato, Monselice era cinta da ben 5 cerchie di mura, il cui nucleo originario risaliva all'età bizantina, ed era stato esteso nel tempo dai Carraresi, dagli Scaligeri e da Federico II di Svevia, che fece erigere un imponente Mastio sulla sommità del Colle della Rocca, adibito a fortezza e prigione, con funzioni di presidio e manovra bellica.

 

Monselice: Mastio

Monselice: Il Mastio Federiciano

 

All’interno del Mastio Federiciano è oggi ospitato un Parco Archeologico che espone i reperti di scavo emersi nella zona, come vasellame, arnesi metallici e oggetti in argento. La parte superiore dispone di una terrazza panoramica che consente un'ottima vista sui Colli Euganei e sulla pianura padana fino a Venezia.

Ai piedi del Colle della Rocca si erge un complesso architettonico denominato Castello Cini, simbolo e principale attrazione turistica di Monselice.

Sorto come fortezza longobarda, venne ampliato da Ezzelino da Romano verso la metà del tredicesimo secolo. Dopo l'avvento della Serenissima, il complesso venne acquistato dall’aristocratica famiglia veneziana Marcello, che ampliò ulteriormente la struttura ingentilendo il complesso,per realizzare una dimora estiva che fu utilizzata ininterrottamente fino agli inizi dell’Ottocento.

Il Castello è composto da quattro parti distinte:

  • La parte più antica, a destra è chiamata il Castelletto, e annette la Casa Romanica,
  • A sinistra si trova invece la Torre di Ezzellino,
  • La Torre si congiunge al resto del castello attraverso il Palazzo Marcello.
  • Davanti alla Torre si trova infine la Biblioteca del Castello ricavata da un edificio pre-esistente.

Nella prima metà del secolo scorso, il Conte Vittorio Cini intraprese un grande lavoro di restauro di tutti gli edifici e degli ambienti interni, che furono arredati con un preciso criterio filologico: mobili, sculture, dipinti, tappeti e arazzi, rispettano le epoche di costruzione dei vari edifici.

Nel 1981 il complesso è stato acquisito dalla Regione Veneto, ed è aperto al pubblico da Marzo a Novembre.

 

Monselice: Castello Cini

Monselice: Castello Cini

 

Dietro al Castello inizia una lunga salita che passa davanti al grande muro di cinta di Villa Nani Mocenigo, costruita verso la fine del 1500 come residenza della nobile famiglia veneziana Nani. Le mura sono sormontate da statue di nani, allusione al nome della famiglia, ed è presente una lunga scalinata che porta ad un piccolo tempio votivo di scuola palladiana.

Proseguendo ci si imbatte nel Duomo Vecchio (Chiesa di Santa Giustina) e, lungo il pendio del Colle, si raggiunge il Santuario delle Sette Chiesette, ideato e costruito da Vincenzo Scamozzi tra il 1605 e il 1615.

Il Santuario divennero un popolare luogo di pellegrinaggio quando papa Paolo V concesse l'indulgenza plenaria ai pellegrini che lo avessero visitato (così come accadeva per le sette basiliche maggiori di Roma).

L'accesso al Santuario avviene attraverso la "Porta Romana" o "Porta Santa", dove inizia il percorso che porta di fronte a sei differenti cappelle e si conclude con la settima, il Santuario di San Giorgio (detto anche dei Santi), che conserva i corpi di tre martiri cristiani traslati da Roma nel 1651.

La chiesa è meta di migliaia di visitatori e devoti per la festa di San Valentino che si celebra il 14 febbraio durante la quale un sacerdote impartisce la benedizione ai bambini e adulti e consegna loro una "chiavetta d'oro".

 Monselice: Santuario delle Sette Chiese

Monselice: Santuario delle Sette Chiese

 

Accanto al Santuario si trova Villa Duodo, una villa veneta (visitabile solo esternamente) progettata anch'essa da Vittorio Scamozzi per la nobile famiglia veneziana Duodo. La parte frontale, aggiunta nel 1740, è opera di Andrea Tirali.

Scendendo, a poca distanza dal Castello Cini, si trova Piazza Mazzini, un grande spazio aperto a pianta rettangolare su cui si affacciano la Torre Civica, risalente al 1250 e il caratteristico Palazzo del Monte di Pietà, costruito nel 1400, a cui fu successivamente aggiunta la loggia, che oggi ospita la Biblioteca Comunale.

Nei dintorni si trovano poi altre interessanti ville venete, come Villa Emo, progettata da Vittorio Scamozzi, Villa Pisani, realizzata da Andrea Da Valle (ma in passato attribuita erroneamente ad Andrea Palladio) e Villa Contarini, che oggi ospita un omonimo ristorante.

  Monselice: Villa Nani Mocenigo

Monselice: Villa Nani Mocenigo

 

Scopri tutte le alte città murate medievali a Padova e visita le sezione di questo sito dedicata alla Provincia di Padova! Se ti è piaciuto questo articolo, che ne dici di consigliarlo con un +1? A te non costa nulla, per me è una grande soddifazione, e un attestato di stima per questo sito!

Hai visitato Monselice? Hai percorso la salita del Santuario delle Sette Chiese fino a Villa Duodo? Fammelo sapere nei commenti!

 

Grandottori Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!


I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Prenota ora

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Newsletter

Grandottori

Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi subito contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003.
Leggi la Privacy Policy.

Prenota ora

Segui i profili social di ePadova per restare aggiornato sulle novità più interessanti:
 

PadovaCard

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.