Strumenti
Caratteri

Vicino alle Porte Contarine si trova il Memoriale Memoria e Luce, uno dei pochi monumenti contemporanei di Padova. Progettato da Daniel Libeskind, è dedicato alle vittime dell'11 Settembre.

 

 

In Via Giotto, nell'area verde della banchina del Canale Piovego, si trova il monumento Memoria e Luce, uno dei pochi monumenti contemporanei presenti in città.

L'opera è stata realizzata nel 2005, su progetto del celebrato architetto americano di origine polacca Daniel Libeskind, in memoria delle vittime dell'attentato terroristico dell'11 Settembre 2001.

Si tratta di un'imponente struttura realizzata in vetro satinato, plexiglass e acciaio, costituita da una lunga parete di altezza variabile (da 2 a 5 metri) che termina con due pareti in vetro alte 17 metri, disposte nella forma di un libro aperto, che richiama quello sorretto dalla Statua della Libertà di New York.

All'interno di una delle due pareti è incastonata - come una cicatrice - una trave, lunga quasi sei metri, proveniente dalla Torre Sud del World Trade Center, distrutta dopo l'impatto con il volo 175 della United Airlines. La trave, contorta dall'incendio, venne esposta alla Biennale di Venezia nel 2002 e quindi donata dalla città di New York alla Regione Veneto.

La Regione decise di utilizzare la trave per realizzare un monumento dedicato alle vittime dell'11 Settembre, scelse Padova come sede ideale per l'opera e assegnò il progetto allo Studio Libeskind, già vincitore del concorso per la costruzione del nuovo One World Trade Center (o Freedom Tower) nell'area di Ground Zero a Manhattan.

La struttura è dotata di un particolare sistema di illuminazione, che di notte ne colora le forme, esaltando gli spazi in un gioco di luci ed ombre che fanno emergere il significato primo dell'opera: la luce delle Libertà che splende attraverso il Libro della Storia.

 

L'opera cambia caratteristiche a seconda del punto di osservazione: dal ponte di Corso del Popolo la struttura ricorda il vecchio skyline di Manhattan, con le due pareti che si innalzano come gratacieli sugli edifici più bassi e si riflettono sulle acque circostanti.

Il monumento ha sollevato in città molte voci critiche, per gli alti costi di realizzazione e anche per il valore estetico dell'opera, considerato inappropriato al contesto scelto. Nel 2012 l'opera è stata danneggiata da vari atti vandalici, a cui si è sommato un guasto dell'impianto di illuminazione che ha tenuto a lungo la struttura al buio. Attualmente, nonostante alcuni cristalli crapati e alcune lampade non funzionanti, il monumento si trova in uno stato di conservazione discreto.
Tuttavia, il valore simbolico dell'opera resta intatto e il memoriale rappresenta l'unico monumento in Europa dedicato alla tragedia dell'11 Settembre.

Ogni anno, l'11 di settembre, il Memoriale è sede di una cerimonia commemorativa a cui partecipano le autorità del Comune e della Regione e vari rappresentanti delle forze di polizia e dei vigili del fuoco.

 

 

Grandottori Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!


I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Un giorno a Padova

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Newsletter

Grandottori

Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi subito contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003.
Leggi la Privacy Policy.

Prenota ora

Segui i profili social di ePadova per restare aggiornato sulle novità più interessanti:
 

PadovaCard

×

ebook 1g padova 360x360

Un giorno a Padova è una guida in formato ebook, ideale per organizzare una visita di un giorno a Padova.

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.