Musei Civici Eremitani, il principale museo padovano

I Musei di Padova
Caratteri

I Musei Civici Eremitani sono il più importante complesso museale padovano, la cui sede principale è ospitata nei chiostri dell'ex convento dei frati Eremitani, in Piazza Eremitani.


I Musei Civici Eremitani sono il più importante complesso museale padovano, la cui sede principale è ospitata nei chiostri dell'ex convento attiguo alla Chiesa degli Eremitani, in Piazza Eremitani.

Il complesso comprende il Museo Archeologico e il Museo d'Arte Medioevale e Moderna, la Cappella degli Scrovegni, il Museo di arti applicate e il Museo Bottacin, ospitati nella sede separata di Palazzo Zuckermann e il Museo del Risorgimento e dell'Età contemporanea, allestito nel Piano Nobile del Caffè Pedrocchi.

Si tratta del più antico complesso museale veneto, attivo dai primi decenni dell'Ottocento: nel 1825 l'Abate Giuseppe Furlanetto allestì il primo nucleo del Museo Archeologico nel Palazzo della Ragione. In seguito, con la crescita delle collezioni, la sede venne spostata al Museo al Santo, che rimase in uso fino al 1970.

L'attuale sede nei Chiostri del Convento degli Eremitani fu inaugurata nel 1985 e poi ampliata con l'apertura di nuove sale tra il 1997 e il 2002.

 

Musei Civici Eremitani

Musei Civici Eremitani: Chiostro

 

Museo Archeologico

Il Museo Archeologico raccoglie importanti collezioni di reperti di epoca paleoveneta, pre-romana e romanache documentano la vita nell'agro patavino dalla protostoria all'età romana.

Il Museo include inoltre una sezione egizia, che fu realizzata con le donazioni dell'esploratore padovano Giovan Battista Belzoni, a cui è dedicata una postazione multimediale dove è possibile scoprirne le gesta.

Il percorso inizia con reperti di epoca preromana, provenienti da necropoli patavine, databili dall'Ottavo al Terzo secolo avanti Cristo, vasi decorati risalenti al terzo periodo atestino, stele paleovenete, oggetti votivi, bronzetti etruschi, italici e paleoveneti.

 

Musei Civici Eremitani

Musei Civici Eremitani

 

La sezione romana presenta numerose testimonianze dell'antica Patavium, come il bellissimo busto di Sileno, il cippo funerario della giovane danzatrice Claudia Toreuma, la monumentale edicola funeraria dei Volumnii, e numerosi mosaici di epoca tardo-romana.

Le due sale della sezione egizia includono due statue raffiguranti la dea leontocefala Sekhmet, scoperte durante l'esplorazione di Tebe, e alcuni papiri in aramaico che rinvenne nell'isola Elefantina. A Belzoni si devono anche le due sfingi che ornano la parta d'accesso al Salone del Palazzo della Ragione.

Il chiostro invece ospita la ricca collezione lapidaria, costituita da colonne, trabeazioni, capitelli, fregi, elementi architettonici, per lo più rinvenuti nella zona dei Colli Euganei.

 

Musei Civici Eremitani

Musei Civici Eremitani: La Sala egizia

 

Museo di Arte Medioevale e Moderna

Il Museo d'Arte Medioevale e Moderna ospita una Pinacoteca che dispone di più di 3.000 opere (di cui circa un quarto sono esposte), realizzate dai grandi maestri della pittura italiana, e un'ampia collezione di sculture ed frammenti decorativi e architettonici.

Le sale dedicate al Trecento includono il Crocifisso di Giotto, opera dell'inizio del Trecento, che prima si trovava sopra l'altare della Cappella degli Scrovegni, e alcuni dipinti su tavola del Guariento, tra cui gli "Angeli" provenienti dalla Cappella della Reggia Carrarese.

L'arte padovana del Quattrocento è ben rappresentata da Francesco Squarcione - va citato in particolare il "Polittico De Lazara" - e la sua bottega, presso cui lavorava un giovane Andrea Mantegna.

 

Musei Civici Eremitani

Musei Civici Eremitani: La Croce di Giotto

 

Tra i tanti capolavori del Cinquecento spiccano "Nascita di Adone e "Selva di Polidoro", due dipinti ad olio su tavola di Tiziano, la "Madonna col Bambino" di Boccaccio Boccacini, alcuni dipinti del Veronese, la "Cena in casa di Simone" e "La Crocifissione" del Tintoretto.

Per il Settecento vanno ricordati "San Giuseppe col Bambino", "Madonna", "Cristo nell'orto degli ulivi" di Giambattista Tiepolo.

Sempre all'interno della Pinacoteca sono visibili sculture che vanno dal Medioevo ad Antonio Canova, di cui sono presenti i marmi "Alvise Valaresso come Esculapio", "Giovanni Poleni", e la "Stele Giustiniani".

All'interno del Museo si trova anche la sala multimediale dedicata all'opera di Giotto nella Cappella degli Scrovegni, con sette postazioni multimediali che introducono i visitatori alla conoscenza degli affreschi e del contesto storico artistico in cui ha operato Giotto.

I Musei Civici dispongono anche di un Gabinetto Fotografico che raccoglie oltre 36.000 negativi, 2000 diapositive e molti positivi riguardanti la città oppure frutto di donazioni di fotografi padovani.

 Musei Civici Eremitani

Musei Civici Eremitani: La Pinacoteca

 

Musei Civici Eremitani: riferimenti

Il Museo è aperto tutti i giorni da martedì a domenica, e nei lunedì festivi, dalle 9.00 alle 19.00, con l'esclusione di Natale, Santo Stefano, Capodanno e del Primo Maggio.

Il biglietto consente la visita dei tutti i Musei del complesso, della Cappella degli Scrovegni (previa prenotazione) e di Palazzo Zuckermann e costa €12,00.

E' previsto un biglietto ridotto dal costo di €8,00 per over 65 dell'Unione Europea e studenti singoli universitari muniti di libretto. L'ingresso è gratuito bambini fino a 5 anni, giornalisti e guide regolarmente iscritte all'albo.

L'accesso è inoltre incluso dei seguenti biglietti cumulativi:

 

Scopri tutte le informazioni per visitare Padova nella sezione dedicata di questo sito! Se ti è piaciuto questo articolo, che ne dici di consigliarlo con un +1?

Hai visitato i Musei Civici Eremitani? Fammelo sapere nei commenti!

 

Musei Civici Eremitani
Indirizzo: Piazza Eremitani 8, Padova
Telefono: +39 049 8204550
Orari: tutto l'anno dalle 09.00 alle 19.00

 

Grandottori Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!


I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Segui ePadova
Segui i profili social di ePadova per restare aggiornato sulle novità più interessanti:
 
Grandottori Iscriviti gratis a Grandottori, la Newsletter di ePadova e ricevi subito contenuti premium, promozioni e sconti esclusivi!

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003.
Leggi la Privacy Policy.

Booking.com

PadovaCard

Se il sito ti piace, consiglialo utilizzando il tasto +1: a te non costa nulla, ma per me è una grande soddifazione!
 
                           
 

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.